Iraq: fa pił morti la pace che la guerra

Di Giovanni Gelmini

Il fatto
Iraq: dopoguerra tragico per gli Usa
Il numero delle vittime sale a 139 e supera quello dell'intera guerra (138)
Ultimo aggiornamento 26 agosto 2003, 16:20 ora italiana (14:20 GMT)
BAGHDAD, Iraq -- Con gli ultimi soldati americani morti in Iraq in seguito agli attacchi della guerriglia dei lealisti di Saddam Hussein il bilancio delle vittime Usa nella fase post-bellica ha superato il numero dei caduti in guerra.
Un dato per certo versi sorprendente, ma che dimostra come la vittoria della pace (e molti analisti politici lo avevano sottolineato dopo la conquista di Baghdad) finirà per risultare un obiettivo ben più arduo da raggiungere che la vittoria in combattimento.
L'esercito statunitense ha registrato, martedì, la 139esima vittima dallo scorso 1 maggio, data in cui il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, dichiarò la guerra vinta e il nemico sconfitto. Nella fase bellica erano periti in totale 138 soldati... (CNN Italia)
L'opinione

Iraq: fa più morti la pace che la guerra.

Una domanda ancora: ma dove sono finite le pericolosissime armi di distruzione di massa?
La notizia è di quelle che si commentano da sole.
Si potrebbe dire, come facevamo al termine delle dimostrazioni di geometria: Come Volevasi Dimostrare.



Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non quelli di profilazione

© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato