La deflazione ci attende, ma cosa dovevamo aspettarci, vacche grasse e botti piene?

Di Giovanni Gelmini

Il fatto

da : Il Nuovo.it
Confindustria: "È stagnazione"

È allarme sulla crescita, sulla manovra, sulle pensioni e sull'export. L'Italia economica non va, dicono gli esperti di via dell'Astronomia. La "correttiva" 2004 potrebbe andare ben oltre i 16 miliardi. Pil +0,3%.

ROMA- Vedono nero in via dell'Astronomia. Mentre D'Amato torna ad attaccare sulle pensioni ( "non è una riforma strutturale"), Confindustria lancia l'allarme generale sull'economia italian a e parla di "stagnazione" con un Pil 2003 che non supererà lo 0,3% . Tutto ciò mentre l'Istat arriva a dire recessione e conferma che anche il secondo trimestre di quest'anno ha segnato una crescita negativa con un meno 0,1%. Allarme su crescita, export e, se le cose non miglioreranno , la correzione della manovra 2004 andrà ben oltre quei 16 miliardi messi in conto dall'esecutivo. ...
L'opinione

La deflazione ci attende, ma cosa dovevamo aspettarci, vacche grasse e botti piene?

di Giovanni Gelmini


Da decenni i politici italiani fanno poco o nulla per governare un'economia che è diventata sempre più difficile . Sono sicuramente vittime di interessi, ben rappresentati dai sindacati sia degli imprenditori, sia dei lavoratori, ma ci hanno messo anche molto di loro.

Non hanno saputo interpretare la necessità di pulizia e di buon governo che manipulite e la Lega dei primi anni hanno segnalato . Tranne pochi, sono ancora tutti li in Parlamento o nelle retrovie a tirare le fila. Il Centro sinistra si lamenta in continuazione, ma si è dimenticato che ha fatto cadere Prodi per mettere il bell'imbusto di D'Alema, che si è spaventato e ha lasciato il posto ad Amato; entrambi hanno perso, ma sono ancora li a cercare di rioccupare qualche centimetro di potere. Il Centro destra si occupa essenzialmente di fare leggi sulla Giustizia e condoni, dell'Italia poco o niente.

Gli investimenti statali si consumano negli anni senza produrre benefici. Le nostre Università sono poco utili alle imprese. I sindacati, siano essi degli imprenditori o dei lavoratori, mirano solo a mantenere i privilegi dei gruppi più potenti. Non hanno il coraggio di dire che quanto non è giusto va eliminato.

Allora cosa ci aspettiamo, che i senegalesi o i cinesi ci salvino e producano per noi? No signori, giustamente loro producono per se stessi e noi dovremo imparare nuovamente a vivere con le nostre risorse, investendo in modo produttivo e non chiedendo che i troppi politici esistenti ci promettano favori che poi non manterranno mai.



Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non quelli di profilazione

© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato